Città in tavola: Rotterdam

Pubblicato il 01.10.2007

 

A Rotterdam i granchi, i gambereri e le aringhe giovani arrivano nei piatti direttamente dal mare, senza troppe sofisticazioni. L’architettura della città portuale olandese punta invece sul cambiamento.

Le nuvole si addensano minacciose e rabbuiano i grattacieli avanguardisti situati sulla riva del fiume Nieuwe Maas. L’acqua del fiume ha il colore del piombo fuso. Le vecchie case galleggianti ormeggiate nel Veerhaven sembrano indomabili cani al guinzaglio. Sul ponte Erasmus infuria il vento che sbatte le pesanti gocce di pioggia contro i visi dei passanti e dei ciclisti. Ma non appena si aprono gli ombelli, ecco che le nubi minacciose spariscono e lo skyline di Rotterdam risplende di nuovo nel cielo azzurro cobalto. Il ponte si solleva per far passare una nave da carico. Ciò che prima c’era, ora non c’è più. La città si modifica in un batter d’occhio.

Già nel XVII secolo, dal porto di Rotterdam salpavano uomini disposti a lasciare tutto alle spalle per superare i propri limiti e gli sconosciuti confini del mondo. Questo desiderio di avventura, questo impulso a creare qualcosa di nuovo, si riflette tutt’ora nell’architettura della città. Qui, nel 1898 venne costruita la Witte Huis, la casa bianca, il primo grattacielo d’Europa alto 45 metri, uno die pochi edifici rimasto in piedi dopo i bombardamenti della Seconda Guerra mondiale che rasero al suolo la città. Dalle macerie sorse una nuova metropoli cosmopolita che mostra un’architettura superlativa.

Espansione in tutte le dimensioni

Quest’intensa attività edilizia è tutt’ora in atto. Nel porto di Rotterdam sempre in crescita, uno dei più grandi al mondo, ogni anno attraccano 30 000 transatlantici e 133 000 navi provenienti dall’interno del paese. Sulla penisola che si trova tra Rijnhaven e il Nieuwe Maas, accanto al grattacielo più alto del paese che misura 152 metri, il complesso Montevideo, due mesi fa è stato inaugurato il più grande ristorante spescializzato in pesce d’Olanda. Il ristorante Las Palmas propone tesori marini che nuotano in un enorme acquario dalle pareti bianco-blu, all’intero del ristorante, proprio sotto gli occhi dei suoi clienti. Subito accanto nell’edificio di quella che era una volta la compangia armatrice della linea Olanda-America ora si trova l’Hotel New York. I caratteri dorati spiccano sulla parete in mattori rossi dell’edificio art déco. A pianterreno, dove un tempo si vendevano i biglietti per una traversata atlantica, oggi si assaporano granchi e gamberi della regione serviti con salsa alla senape e salsa coktail.

Sull’altra sponda del fiume Nieuwe Maas si trova il quartiere Scheepvaartkwartier. Lo si raggiunge a piedi attraversando il ponte Erasmus oppure comodamente dall’Hotel New York con un taxi acquatico. Gli edifici e i magazzini delle compagnie di navigazione sono stati trasformati in alberghi e ristoranti con molta creatività e una ridotta spesa economica. Una chicca da non perdersi assolutamente per tutti coloro che amano scoprire i segreti gastronomici della città. Il ristorante Zinc era allora l’ultimo edificio sul bordo dell’acqua. Un tempo qui venivano immagazzinate le gomene, mentre oggi i fratelli Daniel e Jos Baris servono raffinate delizie caserecce in un piccolo spazio piastrellato. I piatti, che per raggiungere i tavoli attraversano un angusto corridoio cosparso di segatura, sono pietanze semplici e sostanziose.Anche l’arredamento del ristorante è fatto in casa, le tovaglie e le stoviglie sono state acquistate al mercatino dell’antiquariato, la purea di patate, servita direttamente dalla padella, come la minestra, è invece impagabile!

Lavoro per passione

Proprio all’angolo, Patrick ’t Hart agita un mestolo nel suo Zeezout (sale marino). Questo maniaco del lavoro passa da 70 a 80 ore la settimana nella sua cucina d’acciaio high-tech, che si può ammirare stando seduti ai tavoli. Un lavoro scelto con passione, afferma, che ha iniziato già all’età di dodici anni. Durante i pomeriggi liberi da scuola Patrick ’t Hart andava a cucinare nel locale vicino casa. Il ristorante Zeezout è noto per le sue specialità di pesce. Quando Patrick ’t Hart ha aperto i battenti del suo locale dalle tinte blu di Delft, in tutta la città di Rotterdam non esisteva un solo ristorante specializzato in piatti di pesce. Sì, pesce, preferibilmente aringhe giovani con cipolle che si mangiavano in piedi ai bordi delle strade. Oggi invece il pesce fresco lo si può gustare seduti comodamente in vari luoghi. Ma in nessun altro posto è così raffinato e allo stesso tempo puro come allo Zeezout. «Il mio scopo», dice il cuoco, «è quello di ottenere il meglio da un prodotto utilizzano meno ingredieti possibili, in modo che il gusto lo si possa ancora riconoscere.» Cosa che gli riesce magistralmente e, tra l’altro, non solo nella preparazione del pesce. I dolcetti serviti con il caffè non hanno nulla da invidiare alle squisite portate di pesce.

Seguendo il fiume Nieuwe Maas verso est si giunge a Oude Haven. Catene arrugginite sbattono contro scheletri di navi e gru estraggono detriti dalla darsena. Durante il giorno si costruisce, di notte si festeggia. Intorno al molo spuntano innumerevoli locali, birrerie e bar come funghi. Qui si possono assaggiare le bitterballen, polpette di carne e patate, da mandare giù con un sorso di amaro. Le sedie e i tavoli stanno fuori con quasi qualsiasi tempo. E per godersi appieno l’atmosfera del porto non mancano le coperte di lana e le stufe elettriche per quei pochi stranieri intrepidi ma poco resistenti al clima locale. Una ripida scala, così stretta che ha reso necessaria l’istallazione di un semaforo per evitare incidenti lungo il percorso a senso unico, conduce allo Spaansekade. Qui si possono ammirare le spettacolari case a cubo progettate dall’architetto olandese Piet Blom. Nei paraggi, nascosto in un cortile interno, si trova un caffè davvero originale. All’interno del Proef, largo all’incirca 2 metri e lungo 6, ogni oggetto è un pezzo unico. Qui vi attendono al tavolo alcune sorprese: se si ordina un tè, si riceve un vasto assortimento di erbe e polveri tra cui scegliere. Lo zucchero non è in bustine ma dentro vasetti di marmellata. La colazione, servita su semplici assi di legno, propone formaggio di pecora di Texel, molto saporito, e marmellata casalinga di pere e prugne. «L’amore focoso», segnalato sulla carta del menu scritta a mano, si rivela essere un piatto a base di formaggio di latte di capra alle ortiche servito con un confit di pomodori, il tutto guarnito da croccanti foglie di rucola. Nulla è stabilito a priori, le possibilità di scelta sono illimitate, anche se non sembra: un cucchiaio diviso a metà forma due coltelli, i piatti sono appesi sopra i tavoli, le cui sedie si trasformano in...

Il caffè nel palazzo dell’assicurazione

Percorrendo ancora qualche stradina si può osservare un altra trasformazione. L’edificio che un tempo ospitavagli uffici dell’assicurazione olandese, progettati dall’architetto olandese Willem Marinus Dudok negli anni Quaranta, è stato trasformato in un ampio caffè con un occhio di riguardo all’originalità dell’arredamento. Dove un tempo frotte d’impiegati sudavano alle loro scrivanie poste tutte quante in fila, oggi si sfogliano i giornali e le riviste, si sorseggia un buon vinello gustando stuzzichini offerti durante tutto il giorno. Dai tavoli la vista si estende sulle bancarelle di pesce, assediate a mezzogiorno da impiegati in uniforme che in brevissimo tempo si trasformano in lupi affamati.

Osservazioni sui diritti d'autore

Testo: Kathrin Fritz, Foto: Ruth Erdt

Social Bookmarks

|

Ricette di Rotterdam

Mete di viaggio

Zeezout

Westerkade 11b, 3016 CL Rotterdam

Tel. +31 10 436 50 49. Aperto ma-ve 12-14 e 18-22. Direttamente sulla sponda della Nieuwe Maas. Il locale è specializzato in piatti a base di pesce.

Visita la pagina »

Zinc

Calandstraat 12a, 3016 CB Rotterdam

Tel. +31 10 436 65 79. Aperto ma-do dalle 18. Simpatico ristorante in stile «trasandatochic» con cucina casereccia a prezzi moderati.

Visita la pagina »

Hotel New York

Koninginnenhoofd 1, 3072 AD Rotterdam

Tel. +31 10 439 05 00. Aperto giornalmente 10-23. L’albergo e il ristorante situati nell’ex stabile della compagnia armatrice della linea Olanda-America. Locale alla moda. Cucina olandese a prezzi medi.

Visita la pagina »

Proef

Mariniersweg 259/Pannekoekstraat 120, 3011 NM Rotterdam

Tel. +31 10 280 72 97. Aperto ma-sa 8-17.30, do 10-17.30. Piccolo caffè originale, con specialità provenienti da fattorie olandesi. Pasticceria dolce e salata fatta in casa a prezzi convenienti.

Visita la pagina »

Dudok

Meent 88, 3011 JP Rotterdam

Tel. +31 10 433 31 02. Aperto lu-ve 8-21.30, sa dalle 9, do dalle 10. Da mattina a sera, quella che un tempo era la sala con gli sportelli dell’assicurazione olandese, diventa un piacevole luogo d’incontro. L’arredamento interno della brasserie è originale degli anni ’40. Cucina olandese a prezzi convenienti.

Visita la pagina »

Las Palmas

Wilhelminakade 330, 3072 AR Rotterdam

Tel. +31 10 234 51 22. Il più grande ristorante di pesce in Olanda. Ogni giorno si servono piatti di pesce e frutti di mare da ogni paese. Prezzi medi.

Visita la pagina »

Visch

Antoine Platekade 1011, 3072 ME Rotterdam

Tel. +31 10 484 80 08. Ristorante arredato in stile moderno ed elegante, con vista sull’acqua e specializzato in pesce. Prezzi alti.

Odyssee

Antoine Platekade 1017/1021 Zuid Rotterdam

Tel. +31 10 486 39 03. Aperto 10-17, ma-ve/do 10-24, sa 16-24. Brasserie su due piani con specialità da tutto il mondo. Nella sala con vista sull’acqua, si chiacchiera piacevolmente davanti una fetta di torta fatta in casa.

Visita la pagina »